Sei un Dentista?

Scopri come essere visibile su questa e su altre directory

Cerca il Dentista
Dr. Mario Lai - Dr.ssa Ines Putzu

Dr. Mario Lai - Dr.ssa Ines Putzu

Via De Gasperi, 7 - SASSARI (Sassari)

Tel: 079 2670052 Cel: 346 7974489

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dr. Flaviano Di Vito

Dr. Flaviano Di Vito

Via G. Marconi, 31/33 - MONTE PORZIO CATONE (Roma)

Tel: 06 9449361 Cel: 349 3794238

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dr. Erminio Casalini

Dr. Erminio Casalini

Via Emilia Est, 352 - MODENA (Modena)

Tel: 059 364591 

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Gengivite trascurata

Salve sono una ragazza di 23 anni, circa 2 anni fa il mio dentista dopo una visita mi ha detto che avevo la gengivite, e mi ha consigliato di fare sciacqui con il colluttorio, ma io l'ho trascurato questo fatto, forse perchè non sapevo che danni poteva portare la gengivite. Da alcuni giorni ho un dolore alle gengive superiori e le ho gonfie, invece in quelle di sotto le ho solamente rosse, ma non mi portano dolori, però ho notato che un dente è leggermente più lungo degli altri, mi devo preoccupare o è solo dovuto al fatto che i denti inferiori non sono diritti? Poi un'altra cosa, come posso curare la gengivite? Aspetto vostre risposte grazie in anticipo.

Cara Emanuela , dolore, gonfiore, rossore, sanguinamento sono palesi segni di gengivite in stato avanzato; già 2 anni fa le era stata diagnosticata una gengivite. Le soluzioni sono varie a partire dall' igiene (non soltanto quella che noi facciamo in studio ma soprattutto quella quotidiana che lei dovrebbe fare con grande devozione a casa) fino ad arrivare, se necessario, alla chirurgia paradontale. Torni dal suo dentista e questa volta segua attentamente i suoi consigli. Cordialmente

Dott. M. Cultrone

Questa è una delle risposte date alla domanda “Gengivite trascurata” presente su Dentisti-Italia.it.

Siti di Odontoiatria

www.estetica-denti.it
Ortodonzia invisibile, faccette dentali, sbiancamento con laser, sono alcuni dei trattamenti odontoiatrici richiesti per migliorare l'estetica dei propri denti. Su www.estetica-denti.it trovi professionisti che possono rispondere alle tue richieste.

dentista-anzio.it
Non perdere tempo a cercare una lista sugli studi dentistici che operano nella città di Anzio, perchè la trovi direttamente su questo portale con un semplice click.

Apicectomia

L’ apicectomia è un intervento di tipo odontoiatrico atto a curare una lesione apicale. Questa operazione consiste nell’esecuzione di una breccia ossea all'altezza dell'apice dentale, o nella totale rimozione di quest’ultimo e dei tessuti molli circostanti. Nello specifico, prima si procede con una piccola incisione gengivale che permetta di esporre la radice, poi viene rimosso il tessuto infetto, in seguito si asportano gli ultimi millimetri della radice (l’apice) e, per scongiurare successive infezioni, si procede ad un’accurata disinfezione della zona trattata. L’ultimo step si esegue con un’otturazione (detta sigillazione o otturazione retrograda) da realizzarsi con materiale biocompatibile e bioinerte.

L’intervento dura mediamente una ventina di minuti, ma può arrivare anche all’ora, nel caso il dente sia posizionato nella parte meno raggiungibile dell’arcata o le radici appaiano particolarmente complesse.

L’apicectomia è un’operazione poco dolorosa e si esegue ambulatorialmente con anestesia locale. Ma, pur essendo relativamente semplice, richiede comunque un operatore qualificato e la collaborazione del paziente. Quest’ultimo, a meno di rare complicanze o un quadro clinico di base particolare, può tornare al lavoro già alcune ore dopo l’intervento.

Quando è necessario praticare un’apicectomia? In caso di lesione apicale che non possa essere curata con un normale trattamento canalare, comunemente noto come devitalizzazione. Tale situazione si verifica soprattutto in caso di complicazioni di un dente a polpa necrotica, in conseguenza a granulomi, cisti ed ascessi. Il quadro più frequente è quello del granuloma, che deriva da una carie non curata. I batteri cariogeni indisturbati raggiungono il nervo del dente, lo infettano provocando una pulpite, quest’ultima può esacerbare in un ascesso o cronicizzare in un granuloma. Questo è costituito da tessuto infiammatorio cronico reattivo situato intorno all’apice della radice.

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!

Sei un Dentista? Per la tua pubblicità Scrivi a: staff@dentisti-italia.it

Questo sito fa uso di cookie. Per saperne di più leggi l'informativa

OK